La Visione della Fibra da Vicino

Iris Berardi (supposta prostituta)Spiace cadere nella monotonia dell’informazione “ufficiale” ma una considerazione ci spinge a scrivere delle vicende non politiche del PDCM, come tanti giornali e riviste negli ultimi tempi fanno. D’altronde l’interesse nazionale da tempo si è sovrapposto e sostituito all’Interesse Nazionale e l’identità di pronuncia dev’essere quella che ha evidentemente spiazzato la gran parte dei politicanti del nostro Paese.La considerazione di cui sopra è, sostanzialmente, che Mr. B. pare caduto vittima del suo stesso inganno, o meglio, sembra essere stato preso in trappola dal suo stesso prodotto, quello che vende ed ha venduto per tanti anni: il sogno del benessere con quella vena di porcellagine che tutti (o la gran parte dei maschi) si augurano di poter coltivare insieme, appunto, al benessere più generalmente inteso.
Esemplifichiamo: un giovane (oggi fino a 50 anni  o più, in barba al dantesco “cammin di mezza vita”) single si prodiga per avere un reddito soddisfacente che gli permetta un tenore di vita adeguato. Adeguato a che? Soddisfacente, ovvero: quanto? Cosa dimostra al giovane in questione quando deve ritenersi soddisfatto?
Possiamo presumere che il giovane possa ritenersi soddisfatto quando il suo reddito gli permette di possedere “cose” che il mondo intorno a sé gli mostra come desiderabili, siano esse beni essenziali come una casa, siano esse status symbol come una bella auto o vestiti eleganti.
Dove può formarsi la coscienza del giovane riguardo cosa è desiderabile?  Come può il giovane, impegnato com’è a raggiungere l’obiettivo di avere un reddito “sufficiente a…”, completare questa stessa frase? Sufficiente a cosa?
Ed ecco che il mercato di Mr. B. fornisce il suo servizio di consulenza gratuita, mostrando al nostro quali siano gli oggetti che possano adeguatamente completare la frase, come si usano, a cosa servono e cosa, soprattutto, portano. Si, perché il mercatino di B. dice che se puoi permetterti le cose che vedi in vetrina poi queste ti porteranno doni a loro volta, ma doni di altra natura: come in Pubblifollia, dove uno stressato Dudley Moore crea una campagna pubblicitaria basata sulla verità, il messaggio sotteso, il cartello nascosto della vetrina, è che il macchinùn, il bell’abito, l’orologio con brillante, son cose che portan fi…
Iris Berardi (presunta prostituta) — minorenne a casa di B.?L’illuminazione coglie il giovane che finalmente capisce che si stressa e si ammazza come uno schiavo per poter raggiungere un obiettivo: qualcosa dove in effetti si fatica ma che dà molte più soddisfazioni.
Ecco quindi che, data l’età avanzata, probabilmente il nostro caro Mr. B., stressato indubbiamente, oltremodo danaroso, deve aver realizzato che il suo prodotto dev’esser buono: gli ha procurato i denari e tutti lo vogliono!
Ed, incautamente diremo, deve aver deciso di provare, dimenticando però che il nostro giovane di prima non ricopre cariche istituzionali (altrimenti non avremmo detto che lavora come uno schiavo…), non ha nelle mani il destino di un Paese: può beatamente farsi i casi suoi e nessuno può metter becco (fintanto che non si sposa o che non infrange la legge e si fa beccare).
Finaliste MissMa il nostro B. dev’essere superiore a tutti per principio, si sa: ed ecco il paniere dal quale sceglie, e non si può negare che la qualità apparente è decisamente notevole.
Peccato per l’età: noi tutti vediamo fior fiori di bellezze mature (dai 22 anni in su) e parimenti vediamo ragazzine più o meno acerbe in giro per le strade e nei locali ma come mai, per quanto testosteronici, ci piace la più Bellucci (o Halle Berry N.d.r.) che le ragazzine? Saremo malati?

P.S.: la considerazione  motore di questo articolo si scontra col fatto che alcune di questi trastulli del B. sono a pagamento: ma i soldi non dovevano servire per avere le cose che poi portano la fi? Mah!

Questa voce è stata pubblicata in Commenti, Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *