Eppur si muove…

Sembra quasi che la leggendaria frase pronunciata dal Galilei si adatti perfettamente allo scenario politico interno di questi giorni; l’ultimo discorso di Fini pare preludere alla fase conclusiva dello scambio di “cerini” iniziato quel 29 luglio scorso, con la cacciata dei Finiani di Furturo e Libertà per L’Italia (FLI): chi si scotterà?
Per il momento sembra che la fiamma lambisca, come sempre, il Paese ed i cittadini che continuano a vedere solo balletti e poche azioni concrete: in tutto questo i problemi restano irrisolti, quando non se ne creano di nuovi.
Apprezzabili le intenzioni dichiarate, ammirevoli addirittura, se si pensa al contributo che negli ultimi 15 anni han dato il buon Gianfranco ed i suoi, a quell’empio pozzo di malvagità descritto nei discorsi del Presidente della Camera, da Mirabello a Perugia; vogliamo concedere il beneficio del dubbio a FLI?
In questo momento storico sembra che ogni voce moralizzatrice, dovunqe sia la fonte, ogni richiamo al rigore, alla legalità, non sia altro che la risposta, tanto anelata, ad un desiderio ardente della massa, del popolo: che lo scaltro Gianfranco abbia colto con astuzia il momento?
Del resto, sempre ieri, al Welt am Sonntag dichiarava che, se noi lo vorremo, sarà il nostro nuovo Presidente del Consiglio…
La mia personale speranza è che termini definitivamente questa era becera del malaffare divenuto cultura imperante, degli appalti multimilionari per la cementificazione delle are urbane e non, delle infiltrazioni della criminalità organizzata nelle amministrazioni locali del “vergine” settentrione, dell’export di qualità della ‘ndrangheta, del Po che, distillato, fornisce carburante pregiato per uomini (coca) e mezzi (oli vari): spero in quello che gli Scorpions richiamano alla memoria con una loro famosa canzone.

Ma più di tutto spero che non si ripeta la storia di Mani Pulite: ricordate il furore e la voglia di pulizia di 18 anni fa? Ricordate gli ultimi 16 anni? Non vorrei fare la stessa fine.

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Opinioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *